Pamela Pancosta – La Streusa

Perché La Streusa? Streusa è un termine del dialetto salentino, che non ha un corrispettivo preciso in lingua madre. Significa ‘ragazza strana, un po’ matta, fuori dalle righe’. È un aggettivo ormai poco usato anche in Salento, ma corrisponde all’idea che ho di me stessa.
È stato il mio identificativo dalla prima chat (verde) di Libero, 15 anni fa. Preistoria, praticamente. Per la precisione il primo nickname è stato ‘Streusappula’ (Streusa+apula, con la doppia P come rafforzativo) che nel tempo si è evoluto in ‘Streusa’  fino a diventare, ma solo per gli amici intimi, ‘Stre’.

Salentina certificata, Streusa per vocazione, Torinese a distanza.

In sintesi, è ciò che sono: nata in Salento, cresciuta a Torino, ritornata in Puglia.

Single (o zitella, come vi pare). Almeno finché il ritardatario “principe” non darà prova della sua esistenza.

Curiosa e in costante trasformazione, adoro sperimentare.  Ho coltivato diverse passioni alcune delle quali hanno avuto discreto successo. Altre lasciate sopire per troppo tempo o riprese solo a tempo determinato con contratti a chiamata.

Per la scrittura sto recuperando.

Un altro trasloco, un viaggio, un nuovo taglio di capelli, un lavoro finalmente diverso.  A 40 anni.

In questa nuova fase nasce il blog che raccoglierà opinioni, riflessioni, risate e altro ancora. 

 

Benvenuti nel mondo de “La Streusa”.